Saverio Ranfagni nuovo Responsabile delle Librerie dei Ragazzi di Milano e di Brescia

La Libreria dei Ragazzi annuncia la nomina di Saverio Ranfagni a Responsabile della sede storica di Milano e della sede di Brescia.

Saverio Ranfagni, classe 1955, vanta un’esperienza di oltre quarant’anni in ambito librario, avendo rivestito nel corso della sua lunga carriera diversi ruoli di responsabilità che gli hanno permesso una conoscenza approfondita e diretta di ogni aspetto della filiera libro e più in generale del mondo editoriale.
Dal 1988 al 1992, è stato direttore della Libreria Feltrinelli di Corso Buenos Aires di Milano, per poi occuparsi delle Librerie Giubbe Rosse assumendo la direzione della Libreria Edison di Firenze per tre anni.
Il passo successivo è stato il ritorno stabile a Milano nel ruolo di responsabile per oltre otto anni delle librerie Rizzoli, con particolare riferimento alla Libreria Rizzoli di Galleria Vittorio Emanuele di cui è stato direttore.
Nel suo ruolo più recente, e per oltre tredici anni, Saverio Ranfagni è stato direttore acquisti e marketing di Mach 2 Libri, settore della grande distribuzione.

Nella sua nuova nomina a responsabile delle Librerie dei Ragazzi di Milano e di Brescia, Saverio Ranfagni avrà il compito di gestire le librerie, curare al meglio le relazioni con il pubblico, gli assortimenti di libri e non libri e creare nuove opportunità di sviluppo.

«Dopo tanti anni passati nella vendita del libro nelle più svariate declinazioni, affrontare una nuova sfida in una delle più prestigiose librerie specializzate, come la Libreria dei Ragazzi di Milano, insieme alla sua sede a Brescia, mi emoziona profondamente», afferma Saverio Ranfagni. E prosegue: «Il mio principale obiettivo sarà di coniugare la mia variegata esperienza a un patrimonio di conoscenze unico che La Libreria dei Ragazzi rappresenta, anche come istituzione. Mi propongo di accompagnarla, facendo tesoro del prestigioso passato, verso un futuro in cui continui a svolgere pienamente il suo ruolo germinale, nell’invogliare bambini, ragazzi, adulti, a quella che resta ancora una delle più importanti e meravigliose attività umane: la lettura».