In offerta!

Molto più di questo

20,00 19,00

Categories: , Tags: , Autore: Patrick Ness Editore: Mondadori Pubblicato: 2021 Pagine: 420 Traduzione: Giuseppe Iacobaci Formato: Rilegato

«I romanzi sono spesso definiti “sconvolgenti”, ma questo è uno dei pochi che, durante la lettura, mi ha fatto esclamare spesso ad alta voce: “Oh. Mio. Dio”. Non dirò altro. Leggetelo e basta!» – John Green

Il ragazzo è semi cosciente, non del tutto addormentato ma neppure sveglio, come disconnesso da ogni cosa, incapace di muoversi o pensare o ricevere segnali, in grado appena di esistere…

«I romanzi sono spesso definiti “sconvolgenti”, ma questo è uno dei pochi che, durante la lettura, mi ha fatto esclamare spesso ad alta voce: “Oh. Mio. Dio”. Non dirò altro. Leggetelo e basta!» – John Green

Il ragazzo è semi cosciente, non del tutto addormentato ma neppure sveglio, come disconnesso da ogni cosa, incapace di muoversi o pensare o ricevere segnali, in grado appena di esistere…

Seth annega, solo e disperato, in un mare in tempesta. Poi però si risveglia, nudo, assetato e affamato, ma vivo, in un luogo che assomiglia in tutto e per tutto alla città da cui lui e la sua famiglia sono fuggiti tanto tempo prima. Ma se è vero che tutto intorno a lui gli sembra familiare, al tempo stesso gli appare anche abbandonato, ricoperto come da uno strato di polvere. Inoltre lui ricorda perfettamente che stava per morire, in mezzo a onde furiose, dopo aver sbattuto violentemente la testa contro le rocce. Dove si trova ora, quindi? È ancora vivo o è sprofondato invece in una specie di limbo? E se è davvero così, come può uscirne?

 

Disponibile

«I romanzi sono spesso definiti “sconvolgenti”, ma questo è uno dei pochi che, durante la lettura, mi ha fatto esclamare spesso ad alta voce: “Oh. Mio. Dio”. Non dirò altro. Leggetelo e basta!» – John Green

Il ragazzo è semi cosciente, non del tutto addormentato ma neppure sveglio, come disconnesso da ogni cosa, incapace di muoversi o pensare o ricevere segnali, in grado appena di esistere…

Seth annega, solo e disperato, in un mare in tempesta. Poi però si risveglia, nudo, assetato e affamato, ma vivo, in un luogo che assomiglia in tutto e per tutto alla città da cui lui e la sua famiglia sono fuggiti tanto tempo prima. Ma se è vero che tutto intorno a lui gli sembra familiare, al tempo stesso gli appare anche abbandonato, ricoperto come da uno strato di polvere. Inoltre lui ricorda perfettamente che stava per morire, in mezzo a onde furiose, dopo aver sbattuto violentemente la testa contro le rocce. Dove si trova ora, quindi? È ancora vivo o è sprofondato invece in una specie di limbo? E se è davvero così, come può uscirne?

 

Genere

,

età