La mia prima biblioteca

Il regalo più bello che possiamo pensare per un bambino che nasce è la sua prima biblioteca.  Ogni bambino dovrebbe riceverne una.  È l'investimento più importante per il suo benessere, la sua capacità di apprendere, il suo futuro. Un momento di lettura e di gioco condiviso in famiglia aiuta i più piccoli a scoprire forme e colori, a percepire sensazioni, a toccare il mondo che li circonda, a stimolare la loro creatività. 

Ecco i nostri consigli per una nascita, per un battesimo, per il primo compleanno: buona lettura!

di Margherita Breggia

Anche i bebè leggono. 

Da questa convinzione prende le mosse il progetto Nati per Leggere, che promuove la lettura ad alta voce fin dalla nascita. Ricerche scientifiche hanno infatti ormai dimostrato l'influenza positiva della lettura nelle relazioni, innanzitutto tra bambino e genitori ma non solo, e nell'ambito cognitivo, promuovendo lo sviluppo della comprensione e del linguaggio.

Se è importante che mamma e papà passino il tempo con i neonati, partecipando alla dimensione della lettura e scegliendo per loro i titoli più adatti, usando le giuste intonazioni e mimica, è anche vero che ogni bebè può assaporarsi i primi piaceri della lettura anche in autonomia

Se è importante che mamma e papà passino il tempo con i neonati, partecipando alla dimensione della lettura e scegliendo per loro i titoli più adatti, usando le giuste intonazioni e mimica, è anche vero che ogni bebè può assaporarsi i primi piaceri della lettura anche in autonomia

Anche i bebè leggono. 

Da questa convinzione prende le mosse il progetto Nati per Leggere, che promuove la lettura ad alta voce fin dalla nascita. Ricerche scientifiche hanno infatti ormai dimostrato l'influenza positiva della lettura nelle relazioni, innanzitutto tra bambino e genitori ma non solo, e nell'ambito cognitivo, promuovendo lo sviluppo della comprensione e del linguaggio.

Se è importante che mamma e papà passino il tempo con i neonati, partecipando alla dimensione della lettura e scegliendo per loro i titoli più adatti, usando le giuste intonazioni e mimica, è anche vero che ogni bebè può assaporarsi i primi piaceri della lettura anche in autonomia

Anche i bebè leggono. 

Da questa convinzione prende le mosse il progetto Nati per Leggere, che promuove la lettura ad alta voce fin dalla nascita. Ricerche scientifiche hanno infatti ormai dimostrato l'influenza positiva della lettura nelle relazioni, innanzitutto tra bambino e genitori ma non solo, e nell'ambito cognitivo, promuovendo lo sviluppo della comprensione e del linguaggio.

Se è importante che mamma e papà passino il tempo con i neonati, partecipando alla dimensione della lettura e scegliendo per loro i titoli più adatti, usando le giuste intonazioni e mimica, è anche vero che ogni bebè può assaporarsi i primi piaceri della lettura anche in autonomia

Anche i bebè leggono. 

Da questa convinzione prende le mosse il progetto Nati per Leggere, che promuove la lettura ad alta voce fin dalla nascita. Ricerche scientifiche hanno infatti ormai dimostrato l'influenza positiva della lettura nelle relazioni, innanzitutto tra bambino e genitori ma non solo, e nell'ambito cognitivo, promuovendo lo sviluppo della comprensione e del linguaggio.

Se è importante che mamma e papà passino il tempo con i neonati, partecipando alla dimensione della lettura e scegliendo per loro i titoli più adatti, usando le giuste intonazioni e mimica, è anche vero che ogni bebè può assaporarsi i primi piaceri della lettura anche in autonomia

Anche i bebè leggono. 

Da questa convinzione prende le mosse il progetto Nati per Leggere, che promuove la lettura ad alta voce fin dalla nascita. Ricerche scientifiche hanno infatti ormai dimostrato l'influenza positiva della lettura nelle relazioni, innanzitutto tra bambino e genitori ma non solo, e nell'ambito cognitivo, promuovendo lo sviluppo della comprensione e del linguaggio.

Se è importante che mamma e papà passino il tempo con i neonati, partecipando alla dimensione della lettura e scegliendo per loro i titoli più adatti, usando le giuste intonazioni e mimica, è anche vero che ogni bebè può assaporarsi i primi piaceri della lettura anche in autonomia

Per chi è piccolo ma sta già esplorando il mondo il libro continua a rappresentare qualcosa di ludico e interattivo, ma il coinvolgimento sensoriale e concettuale del bambino si fa meno elementare, in accordo con una piccola mente che incomincia ad elaborare oltre che a scoprire. Gli stimoli possono venire da libri basati sui giochi sensoriali come da quelli che associano i suoni e le parole alle immagini, con cui ogni piccolo vede riordinarsi tra le pagine l’universo caotico che lo circonda.

Lettere e suoni si compongono, e le parole indicano proprio gli oggetti e le persone noti: la mamma, il papà, il cagnolino, in un elenco che può farsi sempre più lungo ed interessante. La ninna nanna infine non manca mai nell’immaginario di un bimbo. Il sonno conciliato da una voce melodiosa o da una filastrocca che avvolga col suo ritmo dolce è un ricordo sempre vivo, anche quando si diventa grandi. 

Per chi è piccolo ma sta già esplorando il mondo il libro continua a rappresentare qualcosa di ludico e interattivo, ma il coinvolgimento sensoriale e concettuale del bambino si fa meno elementare, in accordo con una piccola mente che incomincia ad elaborare oltre che a scoprire. Gli stimoli possono venire da libri basati sui giochi sensoriali come da quelli che associano i suoni e le parole alle immagini, con cui ogni piccolo vede riordinarsi tra le pagine l’universo caotico che lo circonda.

Per chi è piccolo ma sta già esplorando il mondo il libro continua a rappresentare qualcosa di ludico e interattivo, ma il coinvolgimento sensoriale e concettuale del bambino si fa meno elementare, in accordo con una piccola mente che incomincia ad elaborare oltre che a scoprire. Gli stimoli possono venire da libri basati sui giochi sensoriali come da quelli che associano i suoni e le parole alle immagini, con cui ogni piccolo vede riordinarsi tra le pagine l’universo caotico che lo circonda.

Per chi è piccolo ma sta già esplorando il mondo il libro continua a rappresentare qualcosa di ludico e interattivo, ma il coinvolgimento sensoriale e concettuale del bambino si fa meno elementare, in accordo con una piccola mente che incomincia ad elaborare oltre che a scoprire. Gli stimoli possono venire da libri basati sui giochi sensoriali come da quelli che associano i suoni e le parole alle immagini, con cui ogni piccolo vede riordinarsi tra le pagine l’universo caotico che lo circonda.

Per chi è piccolo ma sta già esplorando il mondo il libro continua a rappresentare qualcosa di ludico e interattivo, ma il coinvolgimento sensoriale e concettuale del bambino si fa meno elementare, in accordo con una piccola mente che incomincia ad elaborare oltre che a scoprire. Gli stimoli possono venire da libri basati sui giochi sensoriali come da quelli che associano i suoni e le parole alle immagini, con cui ogni piccolo vede riordinarsi tra le pagine l’universo caotico che lo circonda.

Ormai i bebè sono cresciuti, pronti ad ascoltare qualcosa di breve ma strutturato. Appresi i fondamenti della realtà che abitano, sono pronti per accogliere nuovi significati, anche se più che mai bisognosi di fantasia e invenzione. Il mix di astrazione e concretezza, di realtà e immaginazione, di logica e assurdo che caratterizza il loro orizzonte psicologico richiede libri che possano soddisfare contemporaneamente più esigenze diverse, fornendo risposte o ponendo domande adatte a piccole menti alla scoperta del mondo. Cominciano a sfogliare qualcosa in cui possono vedersi riflessi, riconoscendo in queste storie i propri capricci, le proprie emozioni e la propria voglia di sognare.

Ormai i bebè sono cresciuti, pronti ad ascoltare qualcosa di breve ma strutturato. Appresi i fondamenti della realtà che abitano, sono pronti per accogliere nuovi significati, anche se più che mai bisognosi di fantasia e invenzione. Il mix di astrazione e concretezza, di realtà e immaginazione, di logica e assurdo che caratterizza il loro orizzonte psicologico richiede libri che possano soddisfare contemporaneamente più esigenze diverse, fornendo risposte o ponendo domande adatte a piccole menti alla scoperta del mondo. Cominciano a sfogliare qualcosa in cui possono vedersi riflessi, riconoscendo in queste storie i propri capricci, le proprie emozioni e la propria voglia di sognare.

Ormai i bebè sono cresciuti, pronti ad ascoltare qualcosa di breve ma strutturato. Appresi i fondamenti della realtà che abitano, sono pronti per accogliere nuovi significati, anche se più che mai bisognosi di fantasia e invenzione. Il mix di astrazione e concretezza, di realtà e immaginazione, di logica e assurdo che caratterizza il loro orizzonte psicologico richiede libri che possano soddisfare contemporaneamente più esigenze diverse, fornendo risposte o ponendo domande adatte a piccole menti alla scoperta del mondo. Cominciano a sfogliare qualcosa in cui possono vedersi riflessi, riconoscendo in queste storie i propri capricci, le proprie emozioni e la propria voglia di sognare.

Ormai i bebè sono cresciuti, pronti ad ascoltare qualcosa di breve ma strutturato. Appresi i fondamenti della realtà che abitano, sono pronti per accogliere nuovi significati, anche se più che mai bisognosi di fantasia e invenzione. Il mix di astrazione e concretezza, di realtà e immaginazione, di logica e assurdo che caratterizza il loro orizzonte psicologico richiede libri che possano soddisfare contemporaneamente più esigenze diverse, fornendo risposte o ponendo domande adatte a piccole menti alla scoperta del mondo. Cominciano a sfogliare qualcosa in cui possono vedersi riflessi, riconoscendo in queste storie i propri capricci, le proprie emozioni e la propria voglia di sognare.

Ormai i bebè sono cresciuti, pronti ad ascoltare qualcosa di breve ma strutturato. Appresi i fondamenti della realtà che abitano, sono pronti per accogliere nuovi significati, anche se più che mai bisognosi di fantasia e invenzione. Il mix di astrazione e concretezza, di realtà e immaginazione, di logica e assurdo che caratterizza il loro orizzonte psicologico richiede libri che possano soddisfare contemporaneamente più esigenze diverse, fornendo risposte o ponendo domande adatte a piccole menti alla scoperta del mondo. Cominciano a sfogliare qualcosa in cui possono vedersi riflessi, riconoscendo in queste storie i propri capricci, le proprie emozioni e la propria voglia di sognare.

È importante dunque, fin dai primi anni di vita, far percepire il libro come qualcosa di quotidiano, un oggetto naturale e giocoso, fonte di divertimento, in grado di accompagnare le prime esperienze facilitandole e arricchendole. Uno strumento che permette fin dai primi mesi di godere dei vantaggi e della bellezza che solo la lettura può offrire. Se è vero che leggere è volare, leggere è viaggiare con la fantasia, se è vero che i libri aprono la mente e gli orizzonti, allora è bene iniziare subito a consolidare l'abitudine alla lettura, che potrà accompagnare un bambino per sempre.

È importante dunque, fin dai primi anni di vita, far percepire il libro come qualcosa di quotidiano, un oggetto naturale e giocoso, fonte di divertimento, in grado di accompagnare le prime esperienze facilitandole e arricchendole. Uno strumento che permette fin dai primi mesi di godere dei vantaggi e della bellezza che solo la lettura può offrire. Se è vero che leggere è volare, leggere è viaggiare con la fantasia, se è vero che i libri aprono la mente e gli orizzonti, allora è bene iniziare subito a consolidare l'abitudine alla lettura, che potrà accompagnare un bambino per sempre.

È importante dunque, fin dai primi anni di vita, far percepire il libro come qualcosa di quotidiano, un oggetto naturale e giocoso, fonte di divertimento, in grado di accompagnare le prime esperienze facilitandole e arricchendole. Uno strumento che permette fin dai primi mesi di godere dei vantaggi e della bellezza che solo la lettura può offrire. Se è vero che leggere è volare, leggere è viaggiare con la fantasia, se è vero che i libri aprono la mente e gli orizzonti, allora è bene iniziare subito a consolidare l'abitudine alla lettura, che potrà accompagnare un bambino per sempre.

È importante dunque, fin dai primi anni di vita, far percepire il libro come qualcosa di quotidiano, un oggetto naturale e giocoso, fonte di divertimento, in grado di accompagnare le prime esperienze facilitandole e arricchendole. Uno strumento che permette fin dai primi mesi di godere dei vantaggi e della bellezza che solo la lettura può offrire. Se è vero che leggere è volare, leggere è viaggiare con la fantasia, se è vero che i libri aprono la mente e gli orizzonti, allora è bene iniziare subito a consolidare l'abitudine alla lettura, che potrà accompagnare un bambino per sempre.

È importante dunque, fin dai primi anni di vita, far percepire il libro come qualcosa di quotidiano, un oggetto naturale e giocoso, fonte di divertimento, in grado di accompagnare le prime esperienze facilitandole e arricchendole. Uno strumento che permette fin dai primi mesi di godere dei vantaggi e della bellezza che solo la lettura può offrire. Se è vero che leggere è volare, leggere è viaggiare con la fantasia, se è vero che i libri aprono la mente e gli orizzonti, allora è bene iniziare subito a consolidare l'abitudine alla lettura, che potrà accompagnare un bambino per sempre.

Il contrasto luce ombra delle illustrazioni del Libro del bagnetto  aiuta a esercitare la vista dei piccolissimi conquistando il loro interesse.  

Giulio Coniglio è un coniglietto timido e generoso dalle lunghe orecchie e una grande passione per le carote, amato da grandi e piccini. 

Il contrasto luce ombra delle illustrazioni del Libro del bagnetto  aiuta a esercitare la vista dei piccolissimi conquistando il loro interesse.  

Giulio Coniglio è un coniglietto timido e generoso dalle lunghe orecchie e una grande passione per le carote, amato da grandi e piccini. 

Il contrasto luce ombra delle illustrazioni del Libro del bagnetto  aiuta a esercitare la vista dei piccolissimi conquistando il loro interesse.  

Il contrasto luce ombra delle illustrazioni del Libro del bagnetto  aiuta a esercitare la vista dei piccolissimi conquistando il loro interesse.  

Il contrasto luce ombra delle illustrazioni del Libro del bagnetto  aiuta a esercitare la vista dei piccolissimi conquistando il loro interesse.  

Giulio Coniglio è un coniglietto timido e generoso dalle lunghe orecchie e una grande passione per le carote, amato da grandi e piccini. 

Nel paese dei mostri selvaggi è una storia che riesce a raccontare in modo semplice sentimenti molto difficili come rabbia, frustrazione e nostalgia. 

Con la sua goffa ingenuità e l’ironia sulla trasgressione delle regole, George si guadagna la simpatia di tutti i bambini e li invita a non arrendersi mai di fronte ai propri errori.

La Libreria dei Ragazzi


Milano
Via Alessandro Tadino, 53
Brescia
Via San Bartolomeo, 15/A
P.IVA 01426160154
R.E.A. Milano 837054